Come combattere le adiposità localizzate con la radiofrequenza a polarità alternata

Le adiposità localizzate sono, insieme alla cellulite, uno degli inestetismi più odiati. Si tratta di adipe localizzato in specifiche zone come fianchi, cosce, addome, polpacci, braccia e glutei che, spesso, non è causato solo da una situazione di sovrappeso ma può dipendere anche da fattori ereditari, da uno stile di vita scorretto o dall’assunzione di specifici farmaci.

La maggior parte delle persone che soffre di questo problema manifesta anche un’alterata microcircolazione che provoca una riduzione dell’ossigenazione dei tessuti con possibile dolore localizzato causato dall’infiammazione sottostante.

L’estetica professionale può aiutare a combattere questo inestetismo della pelle. Uno degli strumenti più efficaci è la radiofrequenza a polarità alternata, una tecnologia applicabile a tutte le zone in cui si tende ad avere accumuli adiposi come addome, fianchi, braccia, cosce, polpacci e glutei ed è utilizzabile sia dalle donne che dagli uomini.

Si tratta di una tecnologia importata dagli USA ed approvata dalla Food and Drug Administration che riesce ad eliminare le adiposità localizzate senza ricorrere alla chirurgia e senza l’utilizzo di anestetici locali. Basata sull’utilizzo di una radiofrequenza a polarità alternata che va ad agire sulla membrana delle cellule adipose, concentrando il calore sul pannicolo in modo da farlo collassare e liberare gli acidi grassi (che saranno poi eliminati dal nostro sistema linfatico).

Pensate che sin dalla prima seduta è possibile riscontrare un netto miglioramento della condizione ma, per esserne certi, vi consigliamo di effettuare un’analisi termografica delle adiposità localizzate sia prima che dopo il trattamento. Tramite questo esame, infatti, è possibile rilevare la condizione del tessuto sottocutaneo andando ad identificare le zone di adiposità molle, distinguendole da quelle di adiposità indurita: in questo modo, il nostro estetista o medico di fiducia, potrà impostare il trattamento nel modo più efficace possibile.

Essendo un’analisi completamente priva di controindicazioni è adatta a chiunque e può essere facilmente eseguita sia prima che dopo ogni trattamento.

Si basa sull’utilizzo di lastre termografiche a cristalli liquidi ad alta risoluzione che vanno semplicemente appoggiate sulla zona da analizzare: in pochi secondi sarà possibile visualizzare la condizione dei tessuti sottostanti per poi affidarsi alle sapienti mani del nostro estetista o medico di fiducia.

Il trattamento di radiofrequenza a polarità alternata non è indicato in caso di presenza di protesi metalliche, pacemaker o stato di gravidanza ed è sconsigliato durante i primi giorni di ciclo mestruale.

Solitamente sono necessarie 3-4 applicazioni da circa 30 minuti ma, a seconda della condizione, possono variare sia il numero che la durata. Durante il trattamento si avverte solo una piacevole sensazione di calore, assolutamente non dolorosa o fastidiosa, ed è possibile tornare subito alle normali attività quotidiane.