L’analisi termografica come strumento di prevenzione contro la cellulite

Uno dei modi migliori per affrontare il problema della cellulite è quello di procedere, prima di qualsiasi intervento, con un’analisi preventiva in modo da comprendere a che tipo di stadio ci troviamo, identificando la modalità migliore di intervento.

In quest’ottica è utile procedere con un’analisi termografica, un esame veloce e totalmente indolore che può essere effettuato più volte per verificare lo stato di avanzamento e l’efficacia dei trattamenti effettuati.

L’analisi termografica, tramite l’utilizzo di una speciale lastra a cristalli liquidi microincapsulati, permette di avere un’immagine a colori, ad alta definizione, che riflette la situazione dei tessuti sottostanti: in questo modo è possibile distinguere l’adiposità molle da quella indurita, oltre a poter classificare la cellulite in uno dei suoi stadi:

  • edematosa: la ritenzione idrica è leggermente evidente nella zona delle cosce e dei glutei, la pelle è caratterizzata da un leggero effetto bucherellato, i vasi sanguigni perdono elasticità favorendo il ristagno dei liquidi;
  • fibrosa: il tessuto connettivo aumenta e si verifica un indurimento dell’adipe che forma dei piccoli noduli con un ristagno costante dei liquidi che rende il tessuto adiposo estremamente fibroso;
  • sclerotica: il tessuto diventa duro e freddo, i noduli sono di grandi dimensioni e dolenti al tatto. La pelle si presenta dura, con evidenti avvallamenti e protuberanze.

Il sistema termografico ha un’elevatissima sensibilità ed è in grado di mostrare i primissimi accumuli quando ancora non visibili ad occhio nudo o riscontrabili alla palpazione. In base alla diagnosi effettuata, è possibile intervenire preventivamente (nelle primissime fasi della cellulite) per frenarne lo sviluppo oppure per migliorare la situazione tramite appositi trattamenti. Il vantaggio di questo esame è che permette di individuare il grado di avanzamento dell’inestetismo permettendo di agire in maniera mirata a seconda della localizzazione del problema.

Il nostro sistema di analisi termografica è protetto da un brevetto internazionale di proprietà IPS, a garanzia di un sistema unico e fondato su basi scientifiche.

Dopo l’analisi, potremo rivolgerci ad un centro estetico, o medico estetico, che sarà in grado di proporre al paziente il percorso migliore, personalizzato in base al proprio stadio e ad altri fattori (stile di vita, alimentazione).